I 6 pilastri lean Box

Introduzione Lean

Il primo incontro del Lean Team (composto da opertori macchina e responsabili reporto) ha come obbiettivo la creazione di una squadra motivata e focalizzata sul miglioramento. Le persone coinvolte vengono formate sulla filosofia Lean e qualificate ad utilizzare gli strumenti necessari.  Tutti i partecipanti condividono gli obiettivi e ricevono una panoramica del progetto. Il Lean Management si basa sulla proattività del personale ed inserice la persona nel centro dell'attenzione.

Workshop "Sette MUDA"

L'obiettivo del Workshop "7 sprechi" è l'identificazione degli ostacoli che impediscono ai macchinisti di lavorare in modo ottimale. I partecipanti vengono sensibilizzati ad induviduare sprechi quotidiani e formati a convertirli tramite lo strumento "5 why" i sprechi soluzioni migliorative. Vedendo il bicchiere mezzo pieno, ogni spreco rappresenta un potenziale di miglioramento. 

Ispezione di base

Per sfruttare tutto il beneficio dal personale motivato e propositivo è necessario di avere macchinari funzionanti.

L'obiettivo dell'ispezione di base è di riportare la macchina allo Stato Zero. Le squadre (composte da manutentori, macchinisti e responsabili di reparto) eseguono un’ispezione completa della linea documentando sia le anomalie  identificate che le attività di manutenzione effettuate. La documentazione forma la base per la creazione di piani di manutenzione preventiva. Tramite il passaggio di Know-how dal manutentore al macchinista, le attività semplici come pulizie, lubrificazioni, ingrassaggi, rabbocchi olio etc. vengono passati ai macchinisti.


Workshop "5S"

Il Workshop 5S prevede una ristrutturazione completa del layout produttivo e delle postazioni di lavoro attorno della macchina. I risultati sono un posto di lavoro ordinato strutturato e sicuro, un'ambiente di lavoro piacevole, la riduzione delle attività che non creano

valore aggiuntivo (p.es. camminare, cercare, improvvisare, chiedere, …), dare importanza solamente alle cose

importanti (qualità, velocità, attrezzaggio e avviamento), lavoro meno stressante. 

Workshop "SMED"

Lo SMED nasce dalla necessità di portare al minimo i tempi di set-up delle macchine in fine di poter passare in modo veloce da una produzione all'altra nello stesso impianto. Ridurre i tempi morti di attrezzaggio macchina significa eliminare una componente fondamentale che non conferisce valore aggiunto al prodotto finito e consente di essere più flessibili alle richieste dei clienti. L'obiettivo è l'ottimizzazione e standardizzazione della

procedura di attrezzaggio  macchina sviluppando miglioramenti tecnici,

informatici ed organizzativi per diminuire al massimo i tempi Setup. 

Planing & Scheduling

Il Terget è di sviluppare uno strumento che aiuti il programmatore a schedulare le commesse di produzione in modo che le attività di setup diminuiscano e che i macchinisti vengano aggevolati a mascherare il più possibile dei loro compiti. Questo avviene tramite l'analisi del processo di setup per identificare le variabili con impatto forte sul tempo di attrezzaggio. In un secondo step vengono definite le regole di programmazione. Lo sviluppo dello strumento CDS2.0 è un passo opzionale, che semplifica ulteriormente il Lavoro del programmatore.