miglioramento del magazzino

ottimizzazione flussi

gli obiettivi dell'intervento

  • minimizzazione dei costi di trasporto, immagazzinamento e gestione dei materiali
  • riduzione del fabbisogno di personale assegnato alla movimentazione dei prodotti

l'approccio al problema

I consulenti affiancano l’azienda nella definizione dei requisiti e nella strutturazione dei database attraverso cui vengono poi condotte le analisi dati sui flussi.

Si procede all'individuazione dei nodi critici e delle tratte con più alto transito e vengono valorizzati i costi di movimentazione.

Vengono infine trovati dei miglioramenti agli sprechi individuati per abbattere i costi logistici inutili.



ottimizzazione scorte


gli obiettivi dell'intervento

Il servizio di ottimizzazione delle scorte si propone di ridurre le quantità di merce presenti nei magazzini, tramite una accurata e dettagliata analisi delle giacenze, delle esigenze di produzione e dei vincoli imposti.

Immaginando le scorte come dei serbatoi, una corretta gestione consente di assicurare un buon servizio a chi ne attinge, senza però avere costi elevati di mantenimento. 

i pro delle scorte

Le scorte hanno la funzione di rendere indipendenti le diverse fasi della Supply Chain, garantendo la disponibilità dei prodotti nei luoghi, nei tempi e nelle quantità desiderate.

i contro delle scorte

Le scorte possono comportare dei costi indesiderati, talvolta molto rilevanti: costi di conservazione, di deperimento o di penuria non devono essere sottovalutati.


l'approccio al problema

Fissati gli obiettivi di servizio che si vuole mantenere, compresa la domanda del mercato e la politica di gestione che è più adatta alla realtà interessata, si procede con la valutazione dei costi per mantenere a magazzino i prodotti: i consulenti di Induvation aiutano i clienti a gestire le scorte, determinando con loro le frequenze e le quantità di riordino che permettono di ridurre al minimo i costi di gestione delle stesse.

GLI ELEMENTI CRUCIALI

  1. ENTITÀ MASSIMA DELLA SCORTA, ossia la quantità al di sopra della quale non è conveniente mantenere altra merce a magazzino
  2. PUNTO DI RIORDINO, per non incorrere in possibili stock-out
  3. QUANTITÀ DA RIORDINARE, per ristabilire l'adeguato livello delle scorte